Archive for the ‘Qualitativamente’ Category

giardino-con-targa

Il presente progetto si colloca in continuità nel lavoro che conduciamo da cinque anni: il giardino è un elemento vivo, che si mantiene e cresce solo se c’è qualcuno che se ne occupa, lo fa crescere, lo trasforma, ne gode la bellezza e ne fa godere altri.

Le ragioni di fondo, ampiamente illustrate nei precedenti progetti (cfr. 2012; 2013; 2014), permangono, soprattutto per quanto concerne la locazione particolare del giardino, la presenza del Centro di salute mentale, con tutte le implicazioni terapeutiche, di corretta conoscenza sociale, di solidarietà  che ne derivano.

Le richiamiamo brevemente di seguito.

Quando venne inaugurato e intitolato al grande psichiatra triestino nel maggio 2010, in Piazza della Magnolia (antistante il Centro di salute mentale), Via del Pino, Ravenna, il giardino era un’area insignificante e insipida, come la maggior parte degli spazi che attorniano le strutture pubbliche. Volevamo seminarvi, letteralmente, interesse verso l’utilizzo del verde pubblico come tecnica di partecipazione attiva agli scopi primari della salute pubblica, e particolarmente della salute mentale.

ok.jpg

L’aver privilegiato questo spazio in particolare rappresentava un triplice valore aggiunto:

  • offrire alle persone con una disabilità mentale conclamata (e a chi se ne occupa con attenzione e cura) un’occasione per sperimentare la gioia di vedersi attorno una cosa bella, viva e densa di risonanze nella vita interiore, e magari di occuparsene in prima persona, anche minimamente, anche saltuariamente
  • avvicinare persone “distratte” o reticenti ad uno spazio (il centro di salute mentale) che gradualmente può diventare di tutti e avvicinare tutti: di qui la partecipazione della scuola (alunni, insegnanti e genitori) e il coinvolgimento consapevole del Comitato cittadino di Ponte Nuovo (la cittadinanza in generale)
  • rendere disponibile ad Associazioni, enti o gruppi un’area verde su cui intervenire utilmente e in forma gratificante, acquisendo la serenità e l’orgoglio di aver contribuito a migliorare un angolo di natura.

oltre-il-giardino-progetto-2017  pdf scaricabile

 

Annunci

Read Full Post »

Qualitativamente

In un contesto sociale dominato dal profitto e dall’interesse personale, molti pensano che coltivare piante non utili a nutrirsi o ad altri usi specifici sia una debolezza di persone sfaccendate.

A queste persone vogliamo suggerire nei fatti (guardando “oltre” il giardino)  la convinzione che il solo  poter vedere ogni giorno una bella pianta può rallegrare; che il contatto anche fuggevole con la natura può costituire un grande aiuto per una vita equilibrata e serena; che la bellezza non è un bene effimero e puramente estetico, ma può costituire una grande occasione di elevazione spirituale.
La cultura non è solo nozione ma è anche osservazione ed elaborazione: è per stimolare questa consapevolezza che pensiamo ad alcune iniziative:

  1.  per la cittadinanza (genitori ed insegnanti dei bambini delle scuole,  personale e frequentatori del centro di salute mentale,
    membri del comitato cittadino di Ponte Nuovo):
  • un corso (per max 15 persone), con la tecnica dell’ acquerello o dell’inchiostro a china o delle matite acquerellate, per lo studio scientifico di piante e fiori, da tenersi nella sala polivalente del Centro di salute mentale
  •  uscite guidate di esplorazione della vegetazione spontanea nei fossi, anche allo scopo di promuovere sensibilità alla manutenzione di una flora in via di estinzione
  • “brogliacci” di pensieri, osservazioni, citazioni, immagini sul giardino e, oltre il giardino, su altri ambienti naturali del territorio
  •  concorso fotografico (in collaborazione con i fotoamatori della “Compagnia portuali”) sugli stessi temi
  •  da tutto ciò vorremo far nascere un “laboratorio di progettazione” che continui, nel tempo, ad arricchire e potenziare valenze materiali, educative e qualitative del giardino “Basaglia”.

(altro…)

Read Full Post »